Chi tenta di azzannare con intenzione disonesta uno che sa mordere più di lui, si veda raffigurato in questa favola. Una serpe entrò nella bottega di un fabbro. Mentre cercava se c’era qualcosa da mangiare, addentò una lima. E la lima, altèra: “Stupida che non sei altro! perchè provi a mordere me che sono abituata a mangiare il ferro?”.

Articoli correlati