Di solito, chi ha subìto un’offesa ripaga con la stessa moneta. Una volta una pantera imprudente cadde in una buca. La videro dei contadini: alcuni la presero a bastonate; altri le tirarono pietre; altri ancora ne furono mossi a compassione perchè capirono che, se anche nessuno le avesse più fatto del male, sarebbe morta comunque, e per questo le buttarono del pane perchè potesse sostenersi. Calò il buio. Tutti se ne tornarono a casa, convinti di trovarla morta il mattino dopo. Ma la pantera, una volta recuperate un po’ le forze, con un gran balzo saltò fuori dalla fossa e velocemente andò a ripararsi nella tana. Passati alcuni giorni, con attacchi fulminei uccise il bestiame e gli stessi pastori, e distrusse ogni cosa con impeto rabbioso. Allora, chi aveva avuto compassione di lei, temendo per sè, non cercava di evitare il danno ma chiedeva soltanto che gli fosse risparmiata la vita. E a questi la pantera disse: ” Ricordo chi mi ha preso a sassate e chi mi ha dato del pane. Voi, smettete di avere paura; io tornerò a colpire solo chi mi ha fatto del male”.

Articoli correlati