Le lusinghe del malvagio sono delle trappole; questa favola ci ammoniscono di evitarle. Una cagna che stava per partorire chiese ad un’altra cagna di lasciarle per un po’ la sua cuccia, cosa che ottenne facilmente. Dopo qualche giorno, l’altra cagna chiese che le fosse restituita la cuccia, ma la prima la supplicò, e tanto insistette di lasciarla lì finchè i piccoli non si fossero un po’ irrobustiti, che alla fine ottenne una dilazione. Finita quest’ultima pororoga, l’altra cagna si mise a reclamare con più vigore la propria cuccia. E allora l’intrusa disse:”Se te la batterai con me e con i miei figli, allora ti lascerò il posto”.

Articoli correlati