Si è soliti dire che ne sa più l’esperto dell’indovino, ma senza spiegarne il motivo: adesso la mia favola chiarirà perchè. Un pastore aveva delle pecore che partorirono agnelli con testa umana. Atterrito da questo fatto, il pastore corre piangendo a consultare gli indovini. Uno gli risponde che la sua vita è a rischio e che bisogna allontanare il pericolo con un sacrificio. Un altro accusa la moglie del poveretto dicendo che è un’adultera e spiega che quel fatto straordinario significa che i figli sono stati seminati da altri, ma aggiunge anche che si può scongiurare il peggio offrendo una vittima più grande. Che altro dire? I giudizi, diversi e contrastanti, aumentano la confusione dell’uomo e ne aggravano la preoccupazione. Esopo si trovava lì. Era un vecchio dal naso fino, che la natura non potè mai ingannare. “Caro contadino – disse – se vuoi far cessare questo prodigio, da’ una moglie ai tuoi pastori”.

Articoli correlati