Due muli camminavano sotto il peso dei loro basti. Uno portava cesti colmi di monete; l’altro sacchi pieni di orzo. Il primo, quello gravato dal carico prezioso, procedeva a testa alta e scuoteva con il collo la sonagliera; l’altro lo seguiva con passo lento e tranquillo. All’improvviso dei briganti sbucano dalla boscaglia e, nella concitazione del momento, feriscono il primo dei muli a colpi di spada, prendono i soldi e lasciano l’orzo che non ha alcun valore. Così, mentre il mulo che era stato aggredito e depredato piangeva sulla propria triste sorte, l’altro disse: “Sì, sono proprio contento di essere stato trascurato, perchè non ho perso nulla e non sono stato ferito”. Questa favola dimostra che la povertà mette al sicuro, mentre le ricchezze espongono a gravi pericoli.

Articoli correlati